La sostenibilità aziendale è una disciplina con una lunga storia: è quella che ci ricorda la nostra responsabilità di mantenere la nostra licenza sociale per operare e stimola l’innovazione e la creatività nel modo in cui trasformiamo il business in una forza del bene per risolvere alcune delle odierne sfide di sostenibilità. È un argomento affascinante con cui essere impegnati e stiamo facendo del nostro meglio per contribuire ai risultati di sostenibilità che tutti vogliamo vedere di persona.

Anna Kratova – Direttrice, Sostenibilità presso Mambu

Il mondo del lavoro sta cambiando in più di un modo. La sostenibilità rappresenta una delle sfide e delle opportunità più significative del nostro tempo e le aziende hanno nelle loro mani il potere di influenzare il cambiamento positivo attraverso ciò che fanno – e come lo fanno.

In TravelPerk, siamo fortunati a lavorare con migliaia di aziende incredibili in tutto il mondo. Molti di loro stanno facendo passi da gigante verso la costruzione di un futuro sostenibile attraverso i loro modelli di business, valori, pratiche e attività quotidiane. Abbiamo incontrato Mambu, un fornitore di cloud banking SaaS che aiuta le banche a passare a un nucleo digitale, per saperne di più su come stanno integrando la sostenibilità nella loro attività e perché funziona per loro.

Un riflettore su Mambu

Mambu è stata fondata nel 2011 da Frederik Pfisterer, Eugene Danilkis e Sofia Nunes che inizialmente hanno sviluppato un’infrastruttura tecnica per i microfinanziari in Africa. Durante un incarico universitario sul microprestito e dopo aver contattato banche nei paesi africani emergenti, i fondatori si sono resi conto che i sistemi operativi utilizzati dalle banche erano obsoleti, inesistenti o troppo complessi per i microprestiti, il che stava compromettendo l’inclusione finanziaria. Hanno deciso di portare il banking in luoghi dove non era disponibile con mezzi tradizionali, e quello che era iniziato come un progetto universitario è diventato una missione aziendale che pone le basi per tutto ciò che l’azienda fa oggi.

Avanti veloce fino ad oggi e Mambu è un’azienda unicorno che offre migliori esperienze bancarie a milioni di persone. Fornendo una moderna piattaforma di cloud banking, Mambu consente alle banche e ad altri istituti finanziari di creare prodotti e servizi bancari che migliorano la vita finanziaria delle persone.
Mambu si trova anche all’incrocio tra tecnologia digitale, innovazione e settore finanziario.

Basandosi sul suo vasto ecosistema di partner e sulle capacità tecniche al suo interno, Mambu può aiutare a sviluppare prodotti finanziari sostenibili su misura per aiutare le banche a capire meglio cosa stanno finanziando, agiscie trasformalo in progetti migliori. Servizi finanziari sostenibili come conti a impatto, mutui verdi, prestiti verdi e conti di risparmio verdi stanno diventando un’aspettativa tra i consumatori in cui il 75% dei conti sarà di proprietà di una generazione con un rapporto completamente diverso con il denaro in questo decennio.

Affrontare il cambiamento climatico nel settore bancario

Quando si pensa alle industrie che emettono elevate quantità di carbonio, il settore bancario in genere non è uno di questi. Questo perché siamo spesso abituati a considerare le emissioni Scope 1 e Scope 2 e, storicamente, il settore bancario è stato escluso da tale conversazione.

Promemoria veloce:

Ambito 1: emissioni dirette da risorse controllate dall’azienda, ovvero emissioni rilasciate come risultato diretto di uno specifico insieme di attività

Ambito 2: emissioni indirette e di proprietà derivanti dalla generazione di energia acquistata come elettricità, vapore, calore e raffreddamento

Ambito 3: emissioni indirette, non di proprietà, legate alle operazioni di un’azienda

È vero che le emissioni delle banche sembrano essere abbastanza basse se ci pensi. Il volume principale di queste emissioni deriva dall’energia necessaria per gestire un ufficio o inviare professionisti in viaggio d’affari. Ma le vere emissioni all’interno del settore bancario provengono da ciò che esattamente finanziano. Cosa consentono con i soldi che forniscono? Quei soldi vanno ad attività che sostengono l’ambiente o che sono dannose per esso?

Questo è il fulcro della conversazione sulle emissioni all’interno del settore bancario, ed è un argomento che ha iniziato a essere discusso solo 3-4 anni fa. Si collega direttamente a uno dei principali punti dolenti del settore: la mancanza di comprensione e conoscenza su come iniziare a calcolare l’impatto e l’impronta dei loro portafogli. Automazione, mancanza di strumenti, metodologie inadeguate e dati enormi sono solo alcune delle sfide che il settore deve affrontare per risolvere questo problema.

Approfondimenti su come diventare un business più sostenibile

Quando le imprese si trovano di fronte alla domanda “perché dovremmo preoccuparci della sostenibilità?, la risposta è semplice. Perché non ci sono affari su un pianeta morto. Ecco perché l’industria, e in effetti tutte le industrie, devono allontanarsi da questa domanda e trasformare le questioni della sostenibilità in un imperativo. Dopo decenni di azioni volontarie per la sostenibilità, abbiamo esaurito il tempo per permetterci di deliberare sul business case per la sostenibilità. Ora siamo in un periodo in cui è una questione di necessità.

Storicamente, ci sono stati leader nella sostenibilità aziendale – sia settori che singole aziende – che hanno avanzato la sostenibilità e l’hanno integrata all’inizio della loro attività a causa della pressione dei consumatori o delle normative o per la loro leadership visionaria. Il settore fintech, tuttavia, è relativamente nuovo sull’argomento e stiamo appena iniziando a vedere azioni di sostenibilità.

Mambu è un esempio di azienda fintech che sta cercando di integrare la sostenibilità nella propria attività sin dall’inizio. Quali lezioni puoi applicare alla tua attività per seguire l’impronta (non di carbonio) di Mambu?

Mantenere il giusto equilibrio

È anche importante mantenere l’equilibrio qui. Spesso trovi aziende che parlano dell’impatto positivo lasciando il loro impatto negativo praticamente fuori dal quadro. In realtà, per molte aziende dovrebbe essere il contrario. Dovresti iniziare osservando il tuo impatto negativo e costruire una strategia per ridurlo prima. Questo è ciò che ha fatto Mambu e che ha informato la loro tabella di marcia e strategia a breve, medio e lungo termine.

Dare valore al benessere dei dipendenti

Consentire ai dipendenti di avere un impatto positivo al di fuori del loro lavoro quotidiano è un altro pilastro del loro lavoro di sostenibilità e uno che mira a migliorare gli impatti positivi. Ai dipendenti vengono concessi vantaggi come un budget per le donazioni e tempo libero per fare volontariato. Ad esempio, dall’inizio del 2022, l’azienda ha donato quasi 200.000 euro a enti di beneficenza che lavorano su varie cause di impatto sociale e ha speso collettivamente più di 300 ore in attività di volontariato nella comunità.

Affrontare la finanza sostenibile e d’impatto

Un’altra area chiave di interesse per Mambu si trova nel contesto del più ampio settore bancario. Hanno una forte attenzione alla finanza sostenibile e ad impatto, con l’obiettivo di aiutare il settore a trasformare soluzioni come queste nella norma e rendere la transizione verso la sostenibilità più rapida e agevole. L’azienda pone molta attenzione sull’inclusione finanziaria come fattore chiave del proprio lavoro di finanza d’impatto e sta cercando modi per sostenerla in modo più strutturato attraverso l’impegno dell’intera organizzazione. Ciò si collega abbastanza chiaramente al valore e alla missione del loro core business per rendere l’attività bancaria più accessibile a coloro che tradizionalmente non sono stati in grado di raggiungerlo.

vista sulle montagne

Mettere in pratica la visione di sostenibilità di Mambu

Quali tattiche ha implementato Mambu per diventare un business sostenibile?

  1. Completato un’approfondita autovalutazione della sostenibilità

    Il team di Mambu si è guardato allo specchio a lungo e ha analizzato cosa stavano facendo bene e, soprattutto, dove potevano migliorare. Si sono chiesti “dove stiamo avendo l’impatto negativo più significativo? Dove possiamo dare il maggior contributo positivo?” Ciò ha gettato le basi per l’intera strategia e le azioni successive e dovrebbe costituire la base per qualsiasi azienda che cerchi di capire come diventare più sostenibile. Senza questo, stai solo frugando nell’oscurità o sprecando risorse aziendali in modifiche incrementali.

  2. Portata la sostenibilità al livello C

    In Mambu, i dirigenti di livello C fanno tutti parte di un comitato per la responsabilità sociale e la sostenibilità delle imprese. Aumentare la sostenibilità come questione chiave nell’agenda di livello dirigenziale è ciò che allontana le iniziative di Mambu dalle iniziative di riciclaggio “belle da avere” e verso progetti che possono davvero spostare l’ago in termini di gestione degli impatti negativi e positivi.
  3. Concentrandosi sulla consapevolezza e l’apprendimento

    Coinvolgere la loro comunità è una priorità assoluta per Mambu. Come lo fanno? Attraverso un programma di sostenibilità fondato sulla trasparenza che accompagna i dipendenti nel loro percorso di trasformazione della sostenibilità, attinge a valori comuni e li coinvolge nel processo decisionale.

Quali iniziative specifiche ha implementato Mambu per far girare la palla?

  • Lanciato un centro di conoscenze sulla sostenibilità

    Mambu ha lanciato un corso sulla sostenibilità a tutti i suoi dipendenti, inclusa la leadership esecutiva, ha creato un canale Slack dedicato che funge da forum vivace per chiunque possa condividere idee e notizie sulla sostenibilità e discutere decisioni e iniziative e ha persino aperto una vasta libreria di conoscenze.

  • Sviluppato un programma di incentivazione dei viaggi ecologici

    Riconoscendo che c’è ancora un forte bisogno che i colleghi si incontrino di persona, Mambu ha deciso di esaminare i modi per incentivare le opzioni rispettose dell’ambiente nelle aree geografiche in cui è fattibile. Con l’aiuto dell’API GreenPerk di TravelPerk, Mambu è in grado di monitorare il modo in cui i dipendenti viaggiano e trarre conclusioni informate su dove possono ridurre la loro impronta di carbonio correlata ai viaggi e agire. Mambu ammette di non essere sulla buona strada per raggiungere i propri obiettivi di riduzione dei viaggi poiché le persone cercano di sfruttare al massimo la possibilità di incontrarsi di nuovo di persona dopo due anni di pausa COVID.

    Tuttavia, stanno registrando un aumento relativo dell’1,22% dei viaggi in treno dall’introduzione della politica di viaggio nel gennaio 2022 e un aumento di 23 volte nella destinazione Amsterdam-Londra, che comprende la maggior parte dei loro viaggi in Europa. Questa è un’illustrazione di come un incentivo fiscale interno e un’azione individuale si incontrano nel mezzo per un risultato positivo.

  • Rendere la codifica più sostenibile

    In quanto azienda basata su cloud, la codifica è al centro delle operazioni di Mambu. Ecco perché l’azienda pone così tanta enfasi sullo sviluppo di una tabella di marcia per assicurarsi che il modo in cui codificano non consumi energia e generi emissioni eccessive.

Tutto ciò che facciamo oggi ha un impatto sul domani. Decidere dove vogliamo lavorare, come vogliamo vivere e come consumiamo ha un effetto aggravante sul nostro futuro comune: nel bene e nel male. Come mambuviani, siamo orgogliosi di far parte della soluzione, motivo per cui lavoriamo continuamente per modellare la nostra mentalità e le nostre pratiche sulla sostenibilità

Eugene Danilkis – CEO e co-fondatore di Mambu



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *