Se sei in grado di stabilire abitudini di meditazione regolari, otterrai maggiori benefici dalla tua pratica di meditazione.

Decidi tu stesso quando e quanto meditare. Acem consiglia 2×30 minuti o 1×45 minuti ogni giorno.

1. Chiarimento

Chiarisci tu stesso cosa vuoi ottenere dalla meditazione. Praticare una tecnica che fornisce rilassamento e che potresti usare di tanto in tanto? È per aumentare la propria tolleranza allo stress e dormire meglio? O per sviluppare un migliore contatto interiore o facilitare cambiamenti più profondi nella tua vita?

2. Segnale, routine, ricompensa

Un’abitudine è composta da tre componenti: segnale, routine e ricompensa.

Il segnale dice al tuo cervello che la routine potrebbe iniziare ora. Pertanto, è utile organizzare la meditazione in modo che venga associata a una routine già stabilita, ad esempio: *alzati, medita, fai colazione. *torna a casa, medita, cena.

La routine è l’abitudine che vogliamo praticare quasi senza pensare. Quindi non devi fare alcuno sforzo, lo fai e basta.

Ottieni la ricompensa dopo aver svolto l’attività di routine.

  • «È stato comodo avere questo tempo libero».
  • «Buono per rilassarsi».
  • «Utile per superare lo stress quotidiano».
  • «Mi sento un po’ più tranquillo».
  • «Ero irrequieto durante la meditazione, ma nota che la mia prospettiva è leggermente cambiata in seguito».

3. Come affrontare le difficoltà durante la meditazione

Prova a immaginare in anticipo le difficoltà tipiche che potresti incontrare e come affrontarle. È più facile trovare una soluzione se sei preparato. Ad esempio: spegni il telefono prima di iniziare la meditazione. Adatta la tua mezz’ora di meditazione ad altri compiti (riunioni, impegni sociali, telefonate, ecc.).

4. Stabilisci un buon spazio per la tua meditazione

Trovare un luogo specifico in cui meditare è utile. Scegli una buona sedia da meditazione e rendila “La mia sedia da meditazione”, con un buon cuscino per la parte bassa della schiena per il supporto e che sia ragionevolmente silenzioso. Allora sai dove meditare – in un luogo adatto e meditativo. Puoi anche sederti nel tuo letto, preferibilmente con un buon supporto per la schiena.

5. Rendi visibile la tua pratica

  • Usa un calendario vecchio stile e metti una croce rossa su di esso ogni volta che mediti.
  • Usa un’app per rendere visibile la tua pratica di meditazione. Sono disponibili diverse app: Coach me, Habit bull, Insight timer.
  • La maggior parte dei meditatori che abbandonano la pratica non lo fanno a causa di una decisione consapevole. «È appena successo», dicono dopo. Oppure «Non ho dato abbastanza priorità».
  • Smettere di meditare spesso non è una decisione attiva. È semplicemente scivolato fuori dalle mie routine. Con un diario o un calendario, la decisione diventa visibile per te.

6. Sfrutta le attività di Acem: corsi, lunghe meditazioni, conferenze, webinar, ritiri

Acem offre una varietà di attività di follow-up per coloro che hanno imparato la meditazione Acem.

Controlla il nostro calendario e trova le opzioni più adatte a te.

Di Eirik Jensen, Eva Skaar, Arve Breen e Karen Breen

Foto di Virender Sing su Unsplash



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *